Seguici su Facebook! Seguici su Twitter! Seguici su Youtube! Seguici su Instagram!
Le Attivita'

Dal Rifugio Bolzano al Passo Sella attraverso i Denti di Terrarossa e l'Alpe di Tires

Una 'due giorni' per intenditori è la proposta per Settembre del CAI Codogno che ci porta nel cuore delle Dolomiti. Passeremo dagli idilliaci scenari dell'Alpe di Siusi alla vetta dello Sciliar pernttando al Rifugio Bolzano per attraversare l'indomani la 'grande bellezza' che solo le Dolomiti - Patrimonio Unesco- possono offrire.

Descrizione dell'itinerario

Primo Giorno.
Arrivo in Bus al paese di Siusi e salita in funivia all’Alpe Siusi, loc. Compaccio
Partenza: Compaccio (1850 m.)
Arrivo: Rifugio Bolzano (2450 m.)
Dislivello complessivo: +800 m. (secondo i percorsi)
Difficoltà: E (Escursionistica per Sentiero dei Turisti) - EEA (per chi percorre sentiero attrezzato dei Camosci)
Tempo di percorrenza: 3.30 ore circa (Turisti) / 4.30 ore circa (Camosci)

Il primo giorno arriviamo alla località di Siusi allo Sciliar dove, con funivia, raggiungiamo Compaccio, punto di partenza del sentiero escursionistico (10-5-1) che ci porterà al Rifugio Bolzano. La salita da Baita Saltner, nota come sentiero dei Turisti, è ben curata e non presenta alcuna difficoltà. In alternativa per i più esperti e dotati di kit-ferrata, è possibile percorrere il sentiero dei Camosci in parte esposto ed attrezzato; la deviazione (1B) si prende al Rifugio Piani Sciliar per poi ricongiungersi al sentiero principale (1). Il Rifugio Bolzano, dove pernottiamo, ha 120 posti ed è stato ristrutturato di recente; sorge ai piedi del Monte Pez (20 min. salita alla cima) e gode di panorami splendidi su Latemar, Catinaccio, Sassopiatto, Sassolungo, Puez-Odle.

 

Secondo Giorno.
Partenza: Rifugio Bolzano (2450 m.)
Arrivo: Passo Sella (2220 m.)
Dislivello complessivo: -220 m. (+250 alla Cima di Terrarossa per la ferrata)
Difficoltà: E (escursionistica) - EEA (per chi percorre ferrata Denti Terrarossa)
Tempo di percorrenza: 5/6 ore circa, 6/7 (con ferrata)
Colazione al sacco: previsto pranzo per entrambi i gruppi al Rifugio SassoPiatto.

Il secondo giorno percorriamo una lunga e splendida attraversata senza grandi dislivelli che ci porta dal Rifugio Bolzano al Rifugio Tires ai piedi delle pareti del Catinaccio e dei Denti di Terrarossa.In questo tratto, i più esperti ed attrezzati, possono effettuare una deviazione con salita ai Denti per la omonima ferrata, non difficile, ma esposta e sempre sul filo della cresta. I due gruppi si ricongiungono proprio al Rifugio Tires da dove, in leggera discesa sempre però in quota sull’altopiano, partiamo alla volta del Rifugio Sassopiatto sotto la omonima cima e il Sassolungo; qui prevediamo di sostare per il pranzo.

Ripartiamo per l’ultima parte dell’attraversata che, in senso antiorario, passando da numerosi piccoli e ben curati rifugi, ci porta al Passo Sella, termine della escursione e partenza per il ritorno.


Equipaggiamento

Da escursionismo periodo estivo in media montagna: giacca a vento, pile, scarponi, utili i bastoncini telescopici. Eventuale materiale di protezione dalla pioggia / dal sole. Obbligatorio kit da ferrata omologato con imbrago e casco per chi intende percorrere la ferrata o anche il solo sentiero attrezzato. Non saranno ammesse persone con scarpe non idonee o senza materiale da ferrata.


Ulteriori informazioni

Maggiori informazioni con recapiti telefonici:

www.alpedisiusi.it
www.seiseralm.it
www.seiser-alm.it
www.alpe-di-siusi.info
www.schlernhaus.it (rif.Bolzano)





Informazioni sintetiche

  • DATA ESCURSIONE
  • DESTINAZIONE
    Escursione allo Sciliar – rifugio Bolzano, Denti di Terrarossa, Sassopiatto
  • ZONA MONTUOSA
    Dolomiti
  • PARTECIPANTI (MAX)
    50
  • DISLIVELLO
    ↑800
  • TEMPISTICHE
    4 ore
  • SCALA DIFFICOLTA'
    EE/EEA
  • COORDINATORI
    Carlo Braghieri – Paolo Cavallanti - Giovanni Vischio

  • bolzano-1
  • bolzano-4
  • bolzano-2
  • bolzano-3