Seguici su Facebook! Seguici su Twitter! Seguici su Youtube! Seguici su Instagram!
Le Attivita'

Escursione con grande traversata su ghiacciaio – La Vallée Blanche

La favolosa traversata della Vallée Blanche si svolge in uno scenario di incomparabile bellezza, tra ghiacciai e rocce.

Descrizione dell'itinerario

1° giorno

Da La Palud (Courmayeur) prendere la nuova funivia Skayway (50,00€ a/r) che in due tronconi porta a Punta Helbronner (3452 m.).

E’ consigliato fermarsi alla stazione intermedia di Pavillon per vedere il panorama e passare nel giardino botanico Saussurea. E per una passeggiata in relax in alta quota, sul pianoro panoramico, sono stati ricreati un pascolo alpino e gli ambienti umidi.

Ripartiti per Punta Helbronner, si scende poi da qui al sottostante Rifugio Torino, dove è previsto il pernottamento.

Se il meteo sarà favorevole, il pomeriggio può essere impiegato per un’escursione alla base del Dente del Gigante: dal rifugio si scende al Colle del Gigante (3365 m.), per poi proseguire in direzione NE lasciando a destra le Aiguilles Merbrées, in direzione della meta che è già ben visibile. Su ghiacciaio pressoché pianeggiante, si attraversa a sinistra del Colle di Rochefort (3389 m.) per arrivare sotto al Dente, alla cosiddetta “gengiva”.

2° giorno

Il percorso si snoda dai 3375 m. del Rifugio Torino ai 3848 m. dell'Aiguille du Midi. Questa attraversata per il ghiacciaio del Gigante e la Vallée Blanche è uno scenario unico, irripetibile ed è un percorso non eccessivamente difficile ma molto frequentato.

La partenza è prevista all’alba dal Rifugio Torino, quindi si scenderà per la Vallée Blanche fino all’arrivo degli impianti dell’Aiguille du Midi. La traversata della Mer de Glace per la Vallée Blanche, è l'occasione per chi vuole attraversare uno dei ghiacciai più importanti d' Europa nel cuore del massiccio del Monte Bianco tra guglie granitiche, crepacci e seracchi.

La Mer de Glace (dal francese mare di ghiaccio) è un ghiacciaio situato sul lato nord (francese) del Monte Bianco ed è formato dal confluire di tre ghiacciai più piccoli: ghiacciaio del Tacul, ghiacciaio di Leschaux ed il ghiacciaio di Talèfre.

Usciti dal rifugio Torino, messo piede sul ghiacciaio, scendere al Col Flambeau e proseguire da qui tralasciare le tracce che andando verso sinistra portano alla Tour Ronde o al Grand Capucin e proseguire dritti verso la zona dei seracchi. Il percorso è in leggera discesa fino a raggiungere i 3155 m. ai piedi della Piramid du Tacul.

Attraversata questa spettacolare zona e passata la Piramid du Tacul inizia le lenta e costante risalita chi in circa due ore porterà all'Aiguille du Midi.

La traccia, normalmente, si tiene al centro del pendio ghiacciato lasciando a sinistra le pareti rocciose della Punta Lachenal e a destra il bastione del Gros Rognon. Terminata la salita si raggiunge il Col du Gros Rognon (3415 m.) e si apre davanti all'alpinista lo spettacolare panorama sull'Aiguille du Midi.

Procedere con un'ampia semi curva a destra, per evitare una zona crepacciata, puntando inizialmente in direzione del Refuge des Cosmiques, passando poi sotto l'imponente verticalità della parete sud del Bianco, per poi affrontare la risalita alla cresta finale.

Superato, con una lunga diagonale verso sinistra, il dislivello per portarsi sulla cresta, si affronta il tratto più impegnativo del percorso. La cresta, ampia inizialmente, si affila notevolmente, lasciando ai lati due pendii nevosi con discreta esposizione. Superata l'ultima asperità si raggiunge il cancelletto di ingresso al complesso edificato sull'Aiguille du Midi (3765 m.).

Rientro per la medesima via o in alternativa con la funivia (tratta Aiguille du Midi-Punta Helbronner).

All' Aiguille du Midi val la pena di prendere l'ascensore 3,00€ e salire in cima per godere il panorama.


Equipaggiamento

Da alta montagna: giacca a vento, crema solare, berretto, guanti, ghette e scarponi. Possono diventare utili i bastoncini telescopici e occhiali da sole. Portare nello zaino un corretto equipaggiamento da alpinismo e l’occorrente per passare la notte in rifugio. Obbligo attrezzatura da ghiacciaio omologato UIAA (picozza, ramponi, imbrago, casco, corde (fornite dalla sezione) per traversata della Vallée Blanche


Ulteriori informazioni

N° Telefono Rifugio Torino 0165 844034 gestore 340 2270121





Informazioni sintetiche

  • DATA ESCURSIONE
  • DESTINAZIONE
    Attraversata su ghiacciaio
  • ZONA MONTUOSA
    Alpi Valdostane
  • DISLIVELLO
    ↑550    ↓550
  • TEMPISTICHE
    8 ore ore
  • SCALA DIFFICOLTA'
    EEA e D
  • COORDINATORI
    A. Paganini, S. Marzolini, G. Vischio

  • montblanc-2
  • montblanc-1