Seguici su Facebook! Seguici su Twitter! Seguici su Youtube! Seguici su Instagram!
Le Attivita'

Escursione al Triangolo Lariano

Il Triangolo Lariano si estende come una penisola incuneata tra i due rami del Lario, limitata, quasi, dalle loro acque e chiusa, alla base, dai laghi briantei.

Descrizione dell'itinerario

Da Sormano si sale alla Colma del Piano: è una vasta conca circondata dalle pendici del monte S. Primo, del monte Cippei e della Braga di Cavallo; verso occidente è sbarrato dal “Dosso”, una morena deposta dal ghiacciaio Lariano. Il piano è famoso per la fioritura di narcisi, genziane e mughetti (flora protetta).

Il sentiero passa alla destra del Monte San Primo raggiungendo l’Alpe Spessola (1237 m.). Da qui si continua, seguendo a sinistra la carrareccia in salita, con una stupenda vista delle Grigne, i Corni di Canzo e la Val di Torno. Dopo un paio di tornanti si oltrepassa una piccola “bolla” d’acqua per poi arrivare all’Alpe di Terra Biotta e da qui si può raggiungere il culmine di Terra Biotta (1536 m.), che offre una vista eccezionale sul promontorio di Bellagio e sulle montagne circostanti. Dall’Alpe si prosegue sulla strada forestale che scende alla località di Borgo S. Primo (1107 m) e si supera il ristorante “La Baita” sbucando sulla carrozzabile. Dopo aver passato l’ex Colonia Bonomelli, si raggiunge l’Alpe delle Ville entrando in una pineta di abeti rossi; all’uscita della pineta, si lascia la carrozzabile e si gira a destra lungo il sentiero che arriva all’alpeggio di Paum (957 m.).

Si continua su una carrabile, sempre in discesa, con una bella vista sulle Grigne e le località “Pra Filippo” e “Cernobbio”, situate sull’altro versante della Valle del Perlo. Mantenendosi sempre sulla strada carrabile si passano alcuni bivi (Bocchetta di Lezzeno e la Bocchetta del Monte Nuvolon) fino a raggiungere la località Rovenza (724 m.). Nel borgo, all’altezza della fontana, si prende a sinistra e si cammina tra radure e prati per arrivare ad un’isolata cappella dove si gira a destra, giungendo alla località di Brogno (582 m.).
Si costeggiano le recinzioni di alcune belle ville per poi imboccare la mulattiera per Bellagio (cartello indicatore) e si giunge così a Begola (560 m). Proseguendo in ripida discesa, con lunghi tratti a gradini in“pietra serpentina”, il sentiero attraversa un bosco di castagni e arriva alla località di Mulini del Perlo (362 m.) con una stupenda vista su Bellagio. Dopo una pineta, si sbocca nella “Via Sussana” e si prende il “Vicolo del Selvetto” e il successivo ponticello sul Perlo giungendo alla Piazza S. Andrea della località di Guggiate (230 m.), frazione che dista 2 km da Bellagio.


Equipaggiamento

Da media montagna: giacca a vento, pile, berretto, guanti e scarponi. Possono diventare utili i bastoncini telescopici e occhiali da sole. Portare nello zaino un corretto equipaggiamento da escursionismo.


Ulteriori informazioni

N° telefono ufficio turistico 031 950204
N° telefono Baita ristoro la Colma 031 667051 cell. 3343150611





Informazioni sintetiche

  • DATA ESCURSIONE
  • DESTINAZIONE
    Bellagio
  • ZONA MONTUOSA
    Triangolo Lariano
  • DISLIVELLO
    ↑350    ↓1200
  • TEMPISTICHE
    6 ore circa ore
  • SCALA DIFFICOLTA'
    E e PD
  • COORDINATORI
    C. Botti - G. Cominetti

  • sanprimo-1
  • sanprimo-2