Seguici su Facebook! Seguici su Twitter! Seguici su Youtube!
Le Attivita'

Da Saint Rhemy alla Val Ferrèt

Grande escursione al cospetto del Monte Bianco - Traversata sul percorso dell’Alta Via n° 1 della Val D’Aosta, da Saint Rhemy alla Val Ferrèt italiana con arrivo a Courmayeur.

Descrizione dell'itinerario

Il primo giorno da Saint Rhemy (1619 m.) si seguono le indicazioni del triangolo giallo “Alta Via n° 1”. Un primo tratto di strada attraversa il torrente del G.S. Bernard e divenuto sentiero raggiunge prima Laval e successivamente le case di Couchepache e Mottes, poi su sterrata si prosegue fino all’Alpe Devies (1726 m.). A destra su sentiero, attraversando un pascolo si raggiunge Merdeux Inferiore e Cotes (1934 m.) per continuare poi in diagonale fino all’Alpe Moindaz. Risalendo la conca a pascolo si raggiunge l’alpeggio di Tsa de Merdeux (2273 m.), superata una dorsale del terreno e diversi corsi d’acqua si sbuca nel pianoro del Lago omonimo (2540 m.), dove è ubicato il Rifugio “De Lac” dell’associazione Mato Grosso. Superati i prati si prosegue su terreno detritico e friabile con residui di neve ghiacciata con una lunga diagonale verso sinistra e stretti tornanti, si supera l’ultimo tratto ripido che conduce sul Colle di Malatrà (2928 m.).
La discesa prosegue a mezza costa fra sfasciumi fino a raggiungere alcuni dossi erbosi, costeggiando il torrente si raggiunge prima l’alpeggio Giuè e successivamente l’alpeggio Malatrà Superiore e in breve quello Inferiore e al Rifugio Walter Bonatti (2025 m.)

Il secondo giorno si percorre un tratto di sentiero che è un vero balcone su tutto il gruppo del Monte Bianco con i suoi ghiacciai e le sue pareti rocciose. Dal Rifugio Walter Bonatti il tracciato scende, per un breve tratto, fra i pascoli, poi svolta a sinistra e porta all’alpeggio Sécheron; con percorso in mezza costa ed in leggera salita arriva nei pressi dell’alpeggio Arminaz Inferiore,  il sentiero continua verso destra con andamento pianeggiante, fra arbusti e rododendri, fino all’alpeggio Lèche; prosegue poi, fra verdi pascoli, passando poco sopra l’alpeggio Leuchey Superiore e da qui, entrando nel bosco di conifere, sale leggermente fino al costone erboso oltre il quale è ubicato il Rifugio Giorgio Bertone. Dal rifugio il sentiero scende decisamente, inoltrandosi nel fitto bosco di conifere e, dopo numerosi tornanti, sbuca su una strada sterrata; ora si percorre a tratti la strada e a tratti il sentiero che la interseca e, una volta attraversato il torrente Tsapy su un ponte carrabile, si segue interamente la strada sterrata.
Questa scende, diviene asfaltata e attraversa l’abitato di Villair superiore poi, ad un grande incrocio, svolta verso sinistra ed entra nel paese di Courmayeur, nei pressi della chiesa.


Equipaggiamento

Da alta montagna giacca a vento, pile, berretto, guanti e scarponi. Possono diventare utili i bastoncini telescopici gli occhiali e la crema da sole. Portare nello zaino un corretto equipaggiamento da escursionismo e l’occorrente per la notte in rifugio.


Ulteriori informazioni

Rifugio Bonatti, tel: 0165-869055
Rifugio Bertone, tel: 0165-844612
Rifugio De Lac, tel: 331-9438054





Informazioni sintetiche

  • DATA ESCURSIONE
  • DESTINAZIONE
    Alta Via n°1 della Val D’Aosta
  • ZONA MONTUOSA
    Alpi Graie
  • DISLIVELLO
    ↑1450    ↓950
  • TEMPISTICHE
    6 ore
  • SCALA DIFFICOLTA'
    E
  • MAPPE
    Kompass n°85 "Monte Bianco"
  • COORDINATORI
    Celeste Botti, Andrea Paganini

  • mb2
  • mb1